Vai al contenuto

Este e Pozzonovo, modi diversi per fare calcio Da una parte la serie D senza campi sportivi per i giovani. Dall’altra un Comune che investe nei suoi

Mattino di Padova del 14 dicembre 2011

di Francesco Vigato

ESTE

Con una prima squadra ai vertici della Serie D e un settore giovanile che conta 200 ragazzi, l’Este pallonara si interroga se le strutture siano adatte ad un bacino d’utenza così ampio. Passando in rassegna gli impianti sportivi della cittadina – escludendo il campo parrocchiale della Polisportiva Redentore – se ne contano due: il Nuovo Stadio (preservato per la Serie D) e il campetto vicino alle scuole ex Zanchi, pieno di buche e impraticabile con il maltempo. Non a caso la prima squadra del Calcio Este si allena a Saccolongo, mentre le giovanili si accontentano di veri e propri campi di patate, ricavati nei piccoli spazi adiacenti allo stadio.

L’Amministrazione comunale – che potrà utilizzare circa 1 milione di euro in deroga al Patto di Stabilità in quanto comune virtuoso – ha deciso di dare altre priorità, il restauro del Teatro dei Filodrammatici e la manutenzione strade.

«Quello del teatro è un progetto che non può essere rinviato per non perdere i finanziamenti – spiega l’Assessore allo Sport Fabrizio Brugin – Nell’immediato non verranno predisposte nuove strutture per il calcio». A Este, però, altri sport sono più fortunati visto che, tra palestre e palazzetti, gli spazi non mancano: «La carenza è sotto gli occhi di tutti. Nella frazione di Deserto ci sarebbe un piccolo stadio dove gioca la Terza ma va risistemato». Se all’ombra della Porta Vecchia è ancora tutto fermo, a Pozzonovo hanno già innestato la quinta: in tre mesi l’Amministrazione, in collaborazione con i due presidenti della società che milita in Eccellenza, ha costruito due tribune laterali (a completare quella centrale)e ha in cantiere un nuovo campo in erba naturale per primavera. Uno dei principali promotori è stato Giuseppe Petrucci, addetto allo sport del Comune della Bassa: « Abbiamo voluto ampliare il centro sportivo creando una vera e propria sinergia con i presidenti Zanchi e Tresoldi. Ci hanno aiutato molto, finanziando i due terzi della spesa».

Sulla questione strutture è intervenuto anche il patron dell’Este Renzo Lucchiari: «E’ un periodo dove aziende ed enti locali stanno facendo fatica – commenta sconsolato – Faccio i miei complimenti a Pozzonovo per l’ iniziativa ma a Este forse è meglio aspettare un po’ e sistemare il campo di Deserto».

Categorie

Uncategorized

Annunci

Francesco Vigato Mostra tutti

Sono nato a Este, ridente cittadina della provincia di Padova, il 12 gennaio 1990.
Ex calciatore dilettante, mi sono avvicinato al mondo del giornalismo dopo gli esami di maturità. Dal 2009 collaboro con il Mattino di Padova, quotidiano che mi ha permesso di diventare Giornalista Pubblicista.
Ho conseguito la laurea in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Padova con una tesi in Diritto Costituzionale Tributario e attualmente svolgo il tirocinio forense in uno Studio Legale patavino.
Mi interesso di vino: amo i bianchi aromatici ma soprattutto le bollicine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: