Vai al contenuto

CategoriaBOLLICINE & CO.

Madonna delle Vittorie, quando l’Ora del Garda e il Pelèr “soffiano” sul Trentodoc

Sorge sulla sponda nord del Lago di Garda, ad Arco, in Trentino. Madonna delle Vittorie (cantina, frantoio, ristorante e Agritur) vanta 35 ettari di vigneti allevati a guyot in una … Continua la lettura di Madonna delle Vittorie, quando l’Ora del Garda e il Pelèr “soffiano” sul Trentodoc

«Dalle Vecchie Viti alle nuove frontiere, ecco il nostro Prosecco di Valdobbiadene». L’intervista a Isabella Bisol della cantina Ruggeri

È difficile, per un appassionato di bollicine, un winelover generalista o un addetto ai lavori, non conoscere Ruggeri. Da più di sessant’anni, infatti, l’azienda di Valdobbiadene è un punto di … Continua la lettura di «Dalle Vecchie Viti alle nuove frontiere, ecco il nostro Prosecco di Valdobbiadene». L’intervista a Isabella Bisol della cantina Ruggeri

«Il nostro segreto? La vicinanza al Lago d’Iseo». Laura Bosio racconta i Franciacorta dell’azienda di famiglia…

A quattro chilometri dal Lago d’Iseo, a Timoline di Corte Franca (BS), sorge la cantina Bosio, gestita dai fratelli Cesare e Laura, ultima generazione di una famiglia di antiche origini … Continua la lettura di «Il nostro segreto? La vicinanza al Lago d’Iseo». Laura Bosio racconta i Franciacorta dell’azienda di famiglia…

Arunda Brut Nature “Zero”, la nuova etichetta firmata dal maestro Josef Reiterer

Josef Reiterer è uno dei grandi maestri della spumantistica italiana. Lassù, a Meltina (vicino a Bolzano), nella cantina più alta d’Europa, produce una linea di bollicine Metodo Classico di rara … Continua la lettura di Arunda Brut Nature “Zero”, la nuova etichetta firmata dal maestro Josef Reiterer

«Ci davano per matti ma abbiamo restituito un’identità alla viticoltura feltrina». Ecco l’intervista a Valentina De Bacco

La provincia di Belluno, e in particolare la zona del feltrino, è spesso e volentieri esclusa dal panorama vinicolo veneto. La causa è da ricercarsi soprattutto nella storia visto che, … Continua la lettura di «Ci davano per matti ma abbiamo restituito un’identità alla viticoltura feltrina». Ecco l’intervista a Valentina De Bacco