Vai al contenuto

LA DEGUSTAZIONE/ Ronco Calino Franciacorta “Nature 2012”, una bella scoperta…

Erbusco e Franciacorta, probabilmente, sono una cosa sola.

Deve aver pensato a questo, l’imprenditore bergamasco Paolo Radici quando, nel 1996, decise di stabilirsi nelle vicinanze del centro bresciano, ad Adro, in quella che fu la dimora del genio pianistico Arturo Benedetti Michelangeli, per inseguire il sogno di produrre vino di qualità.

30728792_2008420775853888_2450518979986103322_n
Lara Imberti Radici

Ronco Calino è il nome della cantina che ha permesso alla famiglia Radici di farsi conoscere dentro e fuori i confini della zona spumantistica lombarda per la coltivazione attenta della vite, il rispetto del terroir e dei tempi della natura, per non parlare della complessità aromatica e della tecnica enologica degli   spumanti (ben sei) che vanno ad impreziosire la gamma.

Basti pensare che il Franciacorta Docg Brut di Ronco Calino è fra gli champenoise “base” più apprezzati di tutta la denominazione, anche se è “Centoventi” Extra Brut Riserva 2007, presentato a Vinitaly 2018, a fregiarsi del titolo di “etichetta ammiraglia”, per struttura, ampiezza e freschezza.

ronco
Vigneti in Franciacorta

La passione del sottoscritto per i “non dosati” ha portato all’assaggio del Nature 2012, prodotto con uve Chardonnay (70%) e Pinot Nero (30%) raccolte nei vigneti “Palazzo” e “Sottobosco” di Calino (Cazzago San Martino), esposti a Nord e Nord Est.

La raccolta avviene a mano, in cassette, con selezione naturale dei grappoli prima della spremitura per una resa di 35 ettolitri di vino per ettaro. Per quanto riguarda la vinificazione, questa avviene attraverso spremitura soffice delle uve intere per estrarre soltanto il mosto fiore mentre la prima fermentazione avviene in vasche di acciaio inox-termocondizionate.  Il 35 % della base Chardonnay fermenta in barrique di rovere francese. La presa di spuma si svolge secondo il Metodo Classico nelle cantine interrate dell’azienda con un affinamento di circa 48 mesi prima della sboccatura.

1278818c-bf28-4885-a3df-0a9d77c3ab2c
Ronco Calino Nature 2012

L’assaggio. Il giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli di questo Franciacorta Nature 2012, invita un naso di frutta fresca con ricordi tropicali e balasmici. In bocca fa sentire una bella acidità elegante e una pastosità intrigante con il ritorno di agrumi e frutta fresca già percepito al naso. Il finale è lungo, ai limiti dell’infinito, di grande sapidità. Perfetto con un bel piatto di spaghetti alle vongole veraci del Polesine.

Francesco Vigato

Francesco Vigato Mostra tutti

Sono nato a Este, ridente cittadina della provincia di Padova, il 12 gennaio 1990.
Ex calciatore dilettante, mi sono avvicinato al mondo del giornalismo dopo gli esami di maturità. Dal 2009 collaboro con il Mattino di Padova, quotidiano che mi ha permesso di diventare Giornalista Pubblicista.
Ho conseguito la laurea in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Padova con una tesi in Diritto Costituzionale Tributario e attualmente svolgo il tirocinio forense in uno Studio Legale patavino.
Mi interesso di vino: amo i bianchi aromatici ma soprattutto le bollicine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: